articoli in carrello: (0)
Totale: 0 € 0 €

Che cos'è la disidratazione?

Che cos'è la disidratazione?

Cosa succede al nostro corpo quando si trova a essere sottoposto...

Cosa succede al nostro corpo quando si trova a essere sottoposto a questa condizione?

I due celebri autori Alexander Bertuccioli e Marco Neri ce lo spiegano nel loro nuovo libro Manuale pratico di integrazione alimentare:

La disidratazione è una condizione che si verifica quando l'organismo arriva a contenere meno acqua del normale. Tale condizione ha, come ovvia conseguenza, la diminuzione del volume plasmatico.

La disidratazione produce numerosi effetti negativi potenzialmente pericolosi:

  • Diminuzione delle funzioni mentali.
  • Diminuzione del controllo motorio.
  • Diminuzione della prestazione.
  • Diminuzione della tolleranza allo stress.
  • Diminuzione della capacità di mantenere valori pressori adeguati.
  • Aumento della temperatura corporea.

La disidratazione può essere di diversa entità e avere diverse caratteristiche. È possibile, infatti, proporre la seguente classificazione:

Ipovolemia lieve

- Perdita di peso dal 2 al 5%.

- Riduzione dell'elasticità cutanea.

- Secchezza delle labbra e del cavo orale.

Si affronta reintegrando i fluidi con bevande e alimenti.

Disidratazione ipertonica (perdita d'acqua > perdita di sali)

- Perdita di peso acuta.

- Elevata osmolarità plasmatica.

Si affronta reintegrando i fluidi prevalentemente mediante assunzione d'acqua.

Ipernatriemia

- Sudorazione profusa (non in tutti i casi).

- Intensa perdita d'acqua per evaporazione (non in tutti i casi).

- Febbre (non in tutti i casi).

Si affronta reintegrando i fluidi prevalentemente mediante assunzione d'acqua.

Disidratazione isotonica (perdita d'acqua = perdita di sali)

- Perdita di peso acuta.

- Gli elettroliti plasmatici rimangono entro livelli accettabili.

- Ipotensione ortostatiche.

- Tachicardia.

- Vomito.

- Diarrea.

Si affronta reintegrando fluidi ed elettroliti.

Disidratazione ipotonica (perdita d'acqua < perdita di sali)

Si verifica nel caso in cui una disidratazione isotonica venga affrontata solo con acqua.

Si affronta prevalentemente reintegrando gli elettroliti.

È bene comunque ricordare che generalmente, a meno che non si verifichino condizioni patologiche o condizioni ambientali estreme, l'organismo riesce a mantenere valori di osmolarità plasmatica adeguati anche in situazioni di ingenti variazioni dell'intake idrosalino.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE MANUALE PRATICO DI INTEGRAZIONE ALIMENTARE

Ultime dal blog

Articoli di approfondimento ispirati dalle nostre pubblicazioni. Leggi tutti gli articoli >>
Libri alimentazione e benessere: dieta antistress

Libri alimentazione e benessere: dieta antistress

Spunti e idee per la nostra alimentazione quotidiana

Corpo libero e allenamento funzionale

Corpo libero e allenamento funzionale

Storia, tecniche ed esempi pratici