Easydive
(0)
articoli in carrello: (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 € 0 € 0 articoli nel tuo carrello

COS’È L’IPONATRIEMIA?

COS’È L’IPONATRIEMIA?

In questo articolo tratto da Nutrizione per lo sport di Anita bean, vediamo cos’è l’iponatriemia.





Si definisce iponatriemia una bassa con­centrazione di sale (sodio) nel sangue (<135mmol/l). Questa condizione può ve­rificarsi quando si beve troppa acqua nel corso di eventi della durata di diverse ore, come gare di ciclismo, maratone e trekking, ma può capitare anche nel caso in cui si per­de molto sodio attraverso il sudore e si beve spesso. Una sudorazione eccessiva combi­nata all’assunzione di sola acqua diluisce la concentrazione di sali nel corpo fino a un livello molto basso e pericoloso.


In entrambi i casi, possono manifestarsi i sintomi dell’i­ponatriemia: nausea, letargia, vertigini e sta­to di confusione mentale. Se non vengono curati, questi sintomi possono sfociare in convulsioni, coma e morte.


Sono più a rischio di iponatriemia i cor­ridori più lenti che impiegano più tempo per completare il percorso e che quindi non perdono molti liquidi sotto forma di sudore. Correre a un ritmo lento permette anche di bere mentre si corre più di quanto se ne ab­bia davvero bisogno.


Un consiglio? Se avete in programma di allenarvi per più di 4 ore in un ambiente caldo, non bevete più di 800 ml all’ora, e solo quando avete sete (non forza­tevi a bere); inoltre assicuratevi di non bere così tanto da pesare più dopo l’allenamento rispetto a prima.