articoli in carrello: (0)
Totale: 0 € 0 €

Perchè allenarsi in acqua?

Perchè allenarsi in acqua?

L'estate è alle porte e, nonostante la crisi, si pensa già alle vacanze...

L'estate è alle porte e, nonostante la crisi, si pensa già alle vacanze.

Anche in vacanza, però, ci si può tenere in forma. Non potete andare in palestra? Non trovate scuse. Se siete in montagna potete fare lunghe e rigeneranti passeggiate, se invece per rigenerarvi avete scelto una località marittima non dovete fare altro che entrare in acqua!

L'acqua del mare infatti è un ottimo alleato per allenarsi, produce molti benefici sul nostro corpo agendo sull'apparato locomotore, cardio-circolatorio, respiratorio e nervoso. Vediamoli in dettaglio:

Apparato locomotore

Il tentativo di mantenere l'equilibrio in acqua aiuta notevolmente il corpo ad avere un atteggiamento posturale corretto.

Apparato cardio-circolatorio

Un soggetto immerso in acqua perde gran parte del proprio peso corporeo e, venendo a mancare la gravità, il sangue scorre più facilmente. La pressione dell'acqua, premendo sull'addome, fa sì che il sangue sia spinto dall'interno favorendone il ritorno al cuore.

Apparato respiratorio

La spinta idrostatica dell'acqua genera un aumento della resistenza dei muscoli respiratori e della respirazione diaframmatica, abituando a respirare in modo più efficace ed economico. La frequenza degli atti respiratori diminuisce e ne viene sollecitata l'ampiezza.

Apparato nervoso

Eseguire in acqua esercizi che a terra non sarebbero riproducibili aumenta il numero di possibilità motorie da parte dell'organismo, creando sempre nuovi stimoli.

Che aspettate dunque? Buon divertimento!

Tratto e rielaborato da Allenarsi in acqua - Elika editrice

Ultime dal blog

Articoli di approfondimento ispirati dalle nostre pubblicazioni. Leggi tutti gli articoli >>
Libri alimentazione e benessere: dieta antistress

Libri alimentazione e benessere: dieta antistress

Spunti e idee per la nostra alimentazione quotidiana

Corpo libero e allenamento funzionale

Corpo libero e allenamento funzionale

Storia, tecniche ed esempi pratici