(0)
articoli in carrello: (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 € 0 € 0 articoli nel tuo carrello

Mountain Bike: esercizi e tecnica

Mountain Bike: esercizi e tecnica

Come pianificare al meglio la tua sessione di allenamento

Apprendere abilità e tecniche necessarie ad affrontare le dure prove previste dai percorsi di Mountain Bike può rivelarsi di vitale importanza per chi punta a praticare questa disciplina.

In questo articolo tratto dal libro Performance Ciclistica approfondiremo:

  • L'apprendimento di una nuova tecnica;
  • Come affinare la precisione;
  • Come migliorare costantemente le proprie performance.

L'apprendimento di una nuova tecnica

Come per l’allenamento fuori strada in generale, è importante esercitarsi in velocità anche per sviluppare le proprie abilità sul particolare tipo di terreno che si incontra nelle gare di MTB. L’eccezione a questa regola riguarda l’apprendimento di una nuova tecnica o movimento. In questo caso iniziate a esercitarvi pedalando lentamente e aumentate la velocità una volta che avrete acquisito sicurezza e scioltezza. 

Quando sarete in grado di padroneggiare una nuova abilità, ricordate che non dovrete esercitarvi solo in velocità, ma anche fare pratica di perfezionamento e in condizioni di stress. Eseguire una discesa in modo corretto non è che la metà della sfida posta da una gara. 

Come affinare la precisione

Quando si gareggia fuori strada, infatti, i movimenti complessi devono essere eseguiti più volte e senza errori. Esercitatevi continuamente sulle abilità fuori strada
Tenete il conto e appuntatevi il numero di tentativi andati a buon fine prima di commettere errori; una volta che il livello di precisione supera il 95%, esercitatevi in condizioni più difficili. Se, ad esempio, padroneggiate la discesa e riuscite ad andare veloci (ripetutamente senza errori), aggiungete uno sprint in salita. 

Come in gara, adesso lo scopo è eseguire queste abilità senza errori, anche mentre il sudore vi acceca, il cuore batte forte e siete senza fiato
Sempre più ricerche suggeriscono che gli elementi cardine di una prestazione a livello professionale non risiedano nei geni del ciclista, ma nelle sue possibilità e nel duro allenamento messo in pratica. Il vostro programma di allenamento, se ideato correttamente, può fornirvi entrambi questi elementi essenziali. Magari non potrete allenarvi livelli su percorsi ufficiali del campionato, ma di certo la pratica vi permetterà di rifinire le vostre abilità

Come migliorare costantemente le proprie performance

Gli scienziati suggeriscono che una buona prestazione richieda molte ore di pratica mirata, alcuni calcolano in 10.000 il numero ideale. Con “pratica mirata” si intende un allenamento che punti a migliorare costantemente il vostro livello e potenziare le vostre capacità. In questa ottica, scattare in una curva o percorrere una discesa che conoscete già e che non vi mettono in difficoltà non fa parte della pratica mirata. Dovrete, al contrario, cercare percorsi difficili da gestire. Cronometratevi quando li percorrete e poi rifateli, cercando di andare più veloci.

Ricordate:

  • La pianificazione è una parte essenziale di una buona performance e anche un programma appena abbozzato è preferibile a nessun programma. 
  • Combinate attività su strada e fuori strada per ottimizzare gli effetti dell’allenamento. 
  • Scomponete le abilità complesse della MTB in compiti più semplici, eseguiteli lentamente finché non riuscite a padroneggiarli senza fare errori, poi aggiungete la velocità.

Ultime dal blog

Articoli di approfondimento ispirati dalle nostre pubblicazioni. Leggi tutti gli articoli >>
L'impatto dell'età nel ciclismo

L'impatto dell'età nel ciclismo

Implicazioni sulla performance