(0)
articoli in carrello: (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 € 0 € 0 articoli nel tuo carrello

Allenamento Miofasciale: linea superficiale, laterale e profonda

Allenamento Miofasciale: linea superficiale, laterale e profonda

Collocazione dei meridiani mio-fasciali

Thomas Myers ha scoperto collegamenti mio-fasciali estesi longitudinalmente lungo tutto il corpo e coordinati sinergicamente; essi creano una mappa che ci aiuta a leggere il nostro corpo e spiegano come movimento e forza siano distribuiti all'interno dell’organismo come unità.

In questo articolo, tratto dal libro Allenamento Miofasciale, vedremo insieme:

  • I meridiani mio-fasciali;
  • Linea superficiale posteriore;
  • Linea superficiale frontale;
  • Linea laterale;
  • Linea profonda frontale. 


I meridiani mio-fasciali

Myers ha chiamato l'insieme di queste linee meridiani mio-fasciali. Queste strade, collegate l’un l’altra, avvolgono il corpo nella sua tridimensionalità e contribuiscono funzionalmente ai principali movimenti e al mantenimento della postura. In pratica, lo sforzo, la tensione, le compensazioni e la maggior parte degli spostamenti spaziali sono tutti distribuiti lungo queste linee.

In questo articolo approfondiremo le seguenti linee mio-fasciali:

  • LSP = Linea Superficiale Posteriore;
  • LSF = Linea Superficiale Frontale;
  • LL = Linea Laterale;
  • LPF = Linea Profonda Frontale

LINEA SUPERFICIALE POSTERIORE (LSP)

La Linea Superficiale Posteriore è una linea principale cardinale che connette l’intera superficie posteriore del corpo dal fondo del piede fino alla cima della testa in due parti: piede-ginocchia, ginocchia-fronte. La LSP connette, stabilizza e muove la parte posteriore del corpo, dalle dita dei piedi fino all’incavo del ginocchio e dal ginocchio fino alle sopracciglia.

In posizione eretta con le gambe tese, la LSP agisce come una linea mio-fasciale continua.

LINEA SUPERFICIALE FRONTALE (LSF)

La Linea Superficiale Frontale è una linea principale cardinale che connette l’intera superficie anteriore del corpo dalla punta dei piedi ai lati del cranio in due parti – dalle dita dei piedi alla pelvi e dalla pelvi alla testa – le quali, quando le anche sono estese come nella posizione eretta, funzionano come una linea continua di mio-fascia integrata.

LINEA LATERALE (LL)

La Linea Laterale (LL) attraversa ciascun lato del corpo, partendo dal punto mediale e laterale della metà del piede, passando intorno e all’esterno della caviglia, salendo per il tratto laterale della gamba e della coscia, intrecciandosi lungo il tronco, fino ad arrivare al cranio, nella regione dell’orecchio.

LINEA PROFONDA FRONTALE (LPF)

A questo punto iniziamo a parlare della LPF. La inserisco subito dopo la LL, perché ha la funzione di promuovere una respirazione efficace e di migliorare la postura e il movimento. La LPF è il nostro nucleo, il nostro centro, il nostro core, che ci fa crescere dall’interno verso l’esterno.

Incorniciata tra le linee cardinali, avvolta dalla Linea a Spirale e dalla Linea Funzionale, la LPF crea il nucleo mio-fasciale del corpo e da essa dipende il funzionamento ottimale di tutti gli altri meridiani. Ha inizio in profondità nella pianta del piede, come una mano che avvolge l’arco plantare, e sale passando appena dietro le ossa della gamba. Dal retro del ginocchio, prosegue il suo viaggio all’interno della coscia, quindi frontalmente all’articolazione dell’anca, della pelvi e del tratto lombare. Riempie gran parte del busto, si espande nella cassa toracica e continua verso l’alto, per il collo e la nuca, fino alla mandibola e il lato della testa.

Ultime dal blog

Articoli di approfondimento ispirati dalle nostre pubblicazioni. Leggi tutti gli articoli >>
Libri Alimentazione: le funzioni delle vitamine B5, B6 e B12

Libri Alimentazione: le funzioni delle vitamine B5, B6 e B12

Problemi derivanti dalla carenza e fonti naturali per l'assunzione.

Libro

Libro "Personal trainer funzionale": fattori di rischio per il dolore lombare

Dolori alla schiena: dati scientifici e ruolo del Personal Trainer

Libri sullo yoga: le asana

Libri sullo yoga: le asana

Nomi, origini, classificazione e caratteristiche delle Asana